TDoR 2015

Tdor2015_uff

TDoR 2015

Contrasto alle violenze contro le persone trans*

Le persone transgender, in trentino come nel resto d’Italia, sono anch’esse vittime di violenza di genere. Di questo si parlerà a Sociologia il prossimo 20 novembre, dalle 16.30 – in occasione del Transgender Day of Remembrance (TDoR), ricorrenza della comunità LGBT per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia). Questo evento è preceduto, il 19 novembre alle ore 20,00 presso la sala circoscrizionale di via Perini, dalla proiezione del film-documentario “Una nobile Rivoluzione” che racconta la biografia di Marcella di Folco fondatrice del Movimento Identità Transessuale (MIT), scomparsa nel 2010, che ha contribuito all’avanzamento dei diritti delle persone transegender in Italia. La cittadinanza è invitata, tutte le informazioni su http://www.retelgbt.taa.it.

A proporre l’iniziativa è la Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige-Südtirol, associazione di secondo livello di cui fanno parte 12 associazioni e che ha come finalità di promuovere l’inclusione sociale delle persone omosessuali e transgender. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento con l’Assessorato alle Pari Opportunaità, il patrocinio del Comune di Trento – che, ricordiamo ha aderito alla rete RE.A.DY (Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), l’adesione della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità tra donna e uomo e l’adesione del Centro Studio Interdisciplinare di Genere dell’Università di Trento.

Il 20 novembre il programma dell’evento prevede l’intervento del prof. Cirus Rinaldi, sociologo e docente presso l’Università degli Studi di Palermo, che si occupa di violenze di genere contro le persone gay, lesbiche e trans. Segue la presentazione di due studi locali, il primo presentato da Alessandra Senettin, operatrice dell’unità di strada dell’associazione LILA del Trentino, dedicato alle persone transgender sex-worker, il secondo presentato da Federica Livio, laureanda magistrale in sociologia con una tesi dedicata alle problematiche della transizione di genere mentre si è sul posto di lavoro, segue la presentazione di Elisa Bellé, ricercatrice del Centro Studi Interdisciplinare di Genere dell’Università di Trento, che fa il punto sulla situazione del “doppio libretto” per le persone transgender negli atenei italiani, e infine Arianna Miriam Fiumefreddo, responsabile della Rete ELGBTQI* del trentino, che descrive le problematiche delle persone trans trentine.

Due eventi, la presentazione del film-documentario su Marcella di Folco e il convegno sul violenza di genere contro le persone trans*, che voglio aprire il dibattito sulla questione transgender in Italia e in trentino, dove risultano ancora carenti le azioni per tutelare la salute delle persone transgender e di sostenere la loro inclusione sociale.

 

testataNR-copia

A3 TDor 2015

Comunicato Stampa TDoR2015

 

Materiali presentati durante il seminario:

Sexworkerintransizione

Transizioni di genere al lavoro

http://prezi.com/kijeruwdudnq/?utm_campaign=share&utm_medium=copy

Annunci

SexWorker in TRANSizione

Formazione proposta dalla LILA del Trentino, su una tematica specifica, ma che fa incursioni sulle tematiche più ampie legate alle persone trans* e gender variant. Scarica il programma – chi fosse interessato a partecipare contatti la rete per email (info @ retelgbt.taa.it)

Sexworker in transizione interno - LILA TN Sexworker in transizione - LILA TN

Percorsi Inclusivi. Formazione per comprendere e sostenere le persone LGBTQI

Banner Loghi Percorsi Inclusivi

 

PERCORSI INCLUSIVI

Formazione per comprendere e sostenere le persone lgbtqi

 

VI INFORMIAMO CHE ABBIAMO RAGGIUNTO IL NUMERO MASSIMO DEGLI ISCRITTI. GRAZIE.

 

LOCANDINA

COMUNICATO STAMPA

La finalità principale della proposta è offrire un percorso formativo altamente qualificato dedicato alle tematiche legate  orientamento sessuale e identità di genere. E’ rivolto a chi intende aumentare le proprie conoscenze e competenze su questi temi secondo una prospettiva inclusiva, volta alla promozione del benessere della persona e alla costruzione di coesione sociale.

Il tema centrale del progetto è l’inclusione delle persone LGBTQI e in particolare dei e delle giovani.

Il percorso ha una costruzione modulare e si propone come interdisciplinare, ovvero proponeprospettive sociali, pedagogiche, psicologiche, educative e relazionali.

Il percorso converge verso una tematica specifica, bisogno rilevato come emergente anche nel contesto provinciale e regionale, che è quella del bullismo omofobico e le strategie di contrasto a questo fenomeno.

La proposta formativa emerge dall’interazione stabile delle Associazioni aderenti alla Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige.

 

Modulo 1

Includere le persone lgbtqi: prospettive e orientamenti

Sabato 10/10/2015

Ore 9.00 – 12.00

dott. Giuseppe Burgio

Il modulo introduce alle questioni legate alle differenze sessuali, alle tematiche di genere e alla costruzione sociale delle diseguaglianze, allo scopo di far emergere teorie e pratiche inclusive nei contesti educativi e d’istruzione per le persone lgbtqi.

seminario attivo e dibattito

 

Modulo 2

Identità sessuale, omofobia, pratiche inclusive nei contesti socio-relazionali

Sabato 24/10/2015

Ore 9.00 – 13.00

dott.ssa Margherita Graglia

Il modulo introduce e descrive le principali tematiche lgbtqi dalla prospettiva psicologica.

I contenuti spaziano dal modello dell’identità sessuale, alle tematiche legate all’omofobia, coming-out e minority stress, accoglienza delle persone LGBTQI e pratiche inclusive nei contesti sociali e sanitari, fino alla prevenzione primaria delle malattie a trasmissione sessual.

Seminario attivo e dibattito

 

Modulo 3

Il bullismo omofobico

Sabato 14/11/2015

Ore 9.00 – 13.00

dott.ssa Paola Biondi

Il modulo è finalizzato all’apprendimento delle questioni legate al bullismo omofobico, definizione e strategie psico-educative di contrasto.

Dopo un’introduzione delle specificità dell’età evolutiva si affronteranno nello specifico le questioni legate al bullismo omofobico fino ai modelli e pratiche d’intervento psico-educativo.

seminario attivo e dibattito

 

Modulo 4

Good Pratices – Educazione all’inclusione

Sabato 28/11/2015

Ore 9.00 – 13.00

dott. Ezio de Gesu e Alex Mosconi

Il modulo, a carattere metodologico, è pensato programmare, progettare e condurre interventi nei contesti educativi a contrasto di omofobia e bullismo omofobico. Si concentrerà su possibili metodologie d’intervento con i gruppi, attenzionando i processi di valutazione degli interventi con i gruppi nei contesti educativi.

Seminario attivo e laboratoriale a gruppi

 

Modulo 5

Dai contenuti alla relazione

Sabato 12/12/2015

Ore 9.00 – 13.00

dott.ssa Arianna Miriam Fiumefreddo

Il modulo, a carattere esperienziale, è finalizzato all’acquisizione delle competenze relazionali/comunicative che consentono di interagire in maniera adeguata nei contesti educativi e di gruppo. I contenuti si focalizzano su ascolto attivo e approcci umanistici alla relazione, con attenzione alle dimensioni biografiche e del prendersi cura di sé.

Momenti espositivi, gruppo d’incontro e laboratorio biografico

 

 

NOTE:

  1. Gli insegnanti che desiderano partecipare possono fare richiesta al Dirigente Scolastico dell’Istituzione in cui sono incardinati di riconoscimento della partecipazione come aggiornamento professionale docenti.
  2. Il luogo di svolgimento verrà comunicato per email agli iscritti.
  3. E’ previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione.