Senza categoria

Somewhere the rainbow. migrare con un’identità LGBT

somewhere the rainbow

ATTENZIONE. L’incontro del 28/05 è presso l’aula 11 del Dipartimento di Sociologia (via Verdi 26) a Trento.

ISCRIZIONE QUI

La formazione ha la finalità di sensibilizzare e formare alle tematiche relative alle persone migranti con una identità LGBT. La formazione vuole essere occasione per creare rete tra le organizzazioni che si occupano di persone migranti e organizzazioni che si occupano di inclusione e diritti per le persone LGBT.

Obiettivo concreto che si desidera raggiungere è quello di creare un gruppo di persone provenienti da diversi ambiti ed esperienze (associazioni lgbt, associazioni che lavorano con le tematiche di genere, associazioni per i diritti dei migranti, associ di migranti) che possano formare nel Triveneto (Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto) uno sportello di primo ascolto che si occupi di informare e accogliere migranti che si identifichino o vivano esperienze di vita LGBT.

La formazione e il potenziale sviluppo dello sportello avverranno grazie all’aiuto di MigraBO LGBT (realtà che dal 2012 lavora in Emilia Romagna sulle migrazioni lgbt), Associazione Te@ (associazione che dal 2012 lavora nel territorio del Trentino sui temi riguardanti l’educazione al genere e l’intergenerazionalità) e Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige.

ISCRIZIONE QUI

PROGRAMMA

14 maggio 9.00 – 13.00 (4h)

Presso il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale | Vicolo San Marco, 1 | 38122 Trento, Italy

  • Introduzione alle migrazioni lgbt. Approcci interculturali e possibili problemi.

Jonathan Mastellari (MigraBo lgbt)

  • L’interculturalità nel mondo lgbt. Focus su Cuba e sui richiedenti lgtb provenienti da questo paese.

Massimiliano Carta (Ricercatore Università di Bologna e MigraBO LGBT)

28 maggio 9.30 – 12.30 (4h)

Aula 11 del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Trento

  • La situazione delle persone migranti in Trentino Alto Adige.

L’esperienza di ATAS Trentino

  • Laboratorio per le buone pratiche.

Jonathan Mastellari (MigraBo lgbt)

ISCRIZIONE QUI

 

Analisi del 2015

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2015 per questo blog.

Ecco un estratto:

Un “cable car” di San Francisco contiene 60 passeggeri. Questo blog è stato visto circa 1.800 volte nel 2015. Se fosse un cable car, ci vorrebbero circa 30 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

TDoR 2015

Tdor2015_uff

TDoR 2015

Contrasto alle violenze contro le persone trans*

Le persone transgender, in trentino come nel resto d’Italia, sono anch’esse vittime di violenza di genere. Di questo si parlerà a Sociologia il prossimo 20 novembre, dalle 16.30 – in occasione del Transgender Day of Remembrance (TDoR), ricorrenza della comunità LGBT per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia). Questo evento è preceduto, il 19 novembre alle ore 20,00 presso la sala circoscrizionale di via Perini, dalla proiezione del film-documentario “Una nobile Rivoluzione” che racconta la biografia di Marcella di Folco fondatrice del Movimento Identità Transessuale (MIT), scomparsa nel 2010, che ha contribuito all’avanzamento dei diritti delle persone transegender in Italia. La cittadinanza è invitata, tutte le informazioni su http://www.retelgbt.taa.it.

A proporre l’iniziativa è la Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige-Südtirol, associazione di secondo livello di cui fanno parte 12 associazioni e che ha come finalità di promuovere l’inclusione sociale delle persone omosessuali e transgender. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento con l’Assessorato alle Pari Opportunaità, il patrocinio del Comune di Trento – che, ricordiamo ha aderito alla rete RE.A.DY (Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), l’adesione della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità tra donna e uomo e l’adesione del Centro Studio Interdisciplinare di Genere dell’Università di Trento.

Il 20 novembre il programma dell’evento prevede l’intervento del prof. Cirus Rinaldi, sociologo e docente presso l’Università degli Studi di Palermo, che si occupa di violenze di genere contro le persone gay, lesbiche e trans. Segue la presentazione di due studi locali, il primo presentato da Alessandra Senettin, operatrice dell’unità di strada dell’associazione LILA del Trentino, dedicato alle persone transgender sex-worker, il secondo presentato da Federica Livio, laureanda magistrale in sociologia con una tesi dedicata alle problematiche della transizione di genere mentre si è sul posto di lavoro, segue la presentazione di Elisa Bellé, ricercatrice del Centro Studi Interdisciplinare di Genere dell’Università di Trento, che fa il punto sulla situazione del “doppio libretto” per le persone transgender negli atenei italiani, e infine Arianna Miriam Fiumefreddo, responsabile della Rete ELGBTQI* del trentino, che descrive le problematiche delle persone trans trentine.

Due eventi, la presentazione del film-documentario su Marcella di Folco e il convegno sul violenza di genere contro le persone trans*, che voglio aprire il dibattito sulla questione transgender in Italia e in trentino, dove risultano ancora carenti le azioni per tutelare la salute delle persone transgender e di sostenere la loro inclusione sociale.

 

testataNR-copia

A3 TDor 2015

Comunicato Stampa TDoR2015

 

Materiali presentati durante il seminario:

Sexworkerintransizione

Transizioni di genere al lavoro

http://prezi.com/kijeruwdudnq/?utm_campaign=share&utm_medium=copy