Senza categoria

L’8 aprile si parla di Coming Out a @EDUCA. #ROVERETO

L’08/04/2017 ore 11,00 – 12,30 #Rovereto

Palazzo dell’Istruzione, Corso Bettini 84, Aula 15 a Rovereto

COMING OUT – Locandina

I relatori in dialogo:

# Elena Broggi
Psicologa. Vicepresidente e responsabile Settore Scuola di Agedo (Associazione nazionale di genitori di persone omosessuali) e presidente di Agedo Verbania. Si occupa di ascolto, formazione
e informazione su coming out e contrasto al bullismo omo-bi-transfobico. Insieme a Enrico Maria Ragaglia ho curato la guida rivolta agli adulti Sei sempre tu pubblicata da Agedo.

# Claudio Cappotto
Psicologo, sessuologo e psicoterapeuta. Ricercatore presso l’Università di Napoli Federico II su temi quali il bullismo omofobico e l’omofobia nei contesti educativi. Presso il Servizio Antidiscriminazione e Cultura delle Differenze del Centro di Ateneo
SInAPSi svolge attività di coordinamento, valutazione e monitoraggio. È membro dell’Osservatorio nazionale sull’Identità di Genere.

# Mario Caproni
Presidente di Agedo (Associazione genitori di persone omosessuali) del Trentino e co-fondatore del locale gruppo Rainbow. Assistente sociale per la Comunità di Valle della Vallagarina.

# Dioniso Aurelio Palazzini Dallaserra
Sociologo e pedagogista. Coordinatore pedagogico dell’associazione ConEducAzione di Trento, dove si occupa di percorsi per favorire l’inclusione sociale delle persone transgender e con identità sessuale inattesa. Volontario nella Rete ELGBTQI del Trentino Alto Adige Südtirol.

 

Info: http://www.educaonline.it/il-programma/

Evento FB: https://www.facebook.com/events/615309942013542/

Annunci

Arriva il Gruppo DiversAMA

“Nessun vento è favorevole per chi non sa dove andare, ma per noi che sappiamo anche la brezza sarà preziosa.” Rainer Maria Rilke

Perché un gruppo sull’identità di genere e orientamento sessuale?
Il processo di acquisizione di consapevolezza e accettazione della propria identità di genere o del proprio orientamento sessuale può essere un percorso lungo, difficoltoso e, talvolta, doloroso. Ci si può sentire inadeguati rispetto alle aspettative del mondo esterno e ci si colpevolizza per questo; si tende alla solitudine e al ritiro sociale, con conseguenti senso di smarrimento e rassegnazione. A tale condizione si possono associare la perdita dell’immagine di sé e l’aumento di comportamenti a rischio. Anche incomprensioni nell’ambiente familiare possono talvolta sfociare in veri e propri conflitti.

Divers.A.M.A
Senti di provare dei sentimenti che non riesci a comprendere?
Ti sembra che il tuo corpo non ti rappresenti?
Ti capita di sentirti a disagio, di non riuscire a condividere i tuoi pensieri con chi ti circonda?
Senti l’esigenza di confrontarti con persone che condividono la tua esperienza?

Il gruppo DiversA.M.A è uno spazio dove sentirsi liberi di condividere vissuti ed emozioni riguardo ai temi dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere, in un clima di scambio, ascolto e crescita comune.

A chi si rivolge il gruppo?
A persone che desiderano confrontarsi sui temi dell’ orientamento sessuale e dell’identità di genere;
A coloro che non hanno una piena accettazione e integrazione della propria identità e che
la vivono con disagio e conflitto.

Come funziona?
Ci sono solo alcune regole da rispettare:
• ascoltiamo con attenzione chi sta parlando;
• rispettiamo la privacy: ciò che viene detto nel gruppo deve rimanere nel gruppo;
• sospendiamo il giudizio: cerchiamo di non esprimere giudizi su chi si sta raccontando, accogliamo ciò che vuole condividere con noi;
• parliamo di noi stessi e delle nostre esperienze (ma nulla vieta di ascoltare soltanto!): ciascuno è libero di condividere quanto desidera, e quando si sente pronto/a per farlo.
Ci sarà una persona che modera il gruppo.

Dove e quando?
Associazione A.m.a, in Via Taramelli 17 a Trento dalle 20:30 alle 22:30

Il gruppo verrà avviato con due incontri formativi:
Venerdì 3 marzo “Volersi bene : il percorso verso la consapevolezza e l’accettazione di sé” con la dott.ssa Laura Mincone, psicologa e sessuologa.
Venerdì 10 marzo “L’auto Mutuo Aiuto come strumento facilitante il percorso di valorizzazione di sé” con Alessandra Gianotti, operatrice Ass. A.M.A.
Il gruppo proseguirà gli incontri i mercoledì alle 20.30.

Come contattarci
Associazione A.M.A Auto Mutuo Aiuto onlus
Via Taramelli 17 – 38122 Trento
Tel. 0461 239640
Su Facebook:
https://www.facebook.com/associazioneama/
https://www.facebook.com/pages/Divers-AMA/
Email:
ama.trento@tin.it
valeria.occelli@gmail.com

TDoR2016. TransPilipinas

19 Novembre 2016

ore 19.00 – Caffé della Paix Trento

 

Il 20 novembre ricorre il Transgender Day of Remembrance, una giornata dedicata alle #vittime di odio e pregiudizio transfobico. Per questa ricorrenza, il 19 novembre si presenterà a Trento il progetto di Víctor H. García, TransPilipinas.

L’opera nasce da un viaggio artistico nel paese più #cattolico del sudest asiatico, secondo al mondo per popolazione apertamente #trans.

Il progetto è stato presentato quest’anno al Gender Bender International Festival di Bologna, un occasione da non perdere per un progetto che riesce a cogliere una realtà lontana, che in occasione del TDoR diviene occasione di esercizio di #riconoscimento delle alterità, soprattutto quelle che ci abitano, esercizio necessario per contrastare #violenze e #transfobie.

19:00 // Proiezione in lingua originale con sottotitoli in italiano
20:00 // Intervista e discussione con l’autore Víctor H. García

Dalle ore 10 alle 13 sarà possibile visitare la mostra al secondo piano del Café de la Paix Trento. L’ingresso è libero.

FB Event: https://www.facebook.com/events/1214284315295965/

Sesso, sé e società #BOLZANO

Presentazione del libro

Sesso, sé e società

alla libreria Mardi Gras di Bolzano

un dialogo con Cirus Rinaldi, Arianna Miriam Fiumefreddo e Urban Nothdurfter

Mercoledì 26 ottobre 2016 – Ore 17,30 – 19,00 – libreria Mardi Gras, in via A. Hofer 4 a Bolzano

rinaldi-bozen-mardigras

«Il sesso, non è mai solo sesso» di questo si parlerà mercoledì 26 ottobre dalle 17.30  alla libreria Mardigras a Bolzano in via Andreas Hofer 4 in occasione della presentazione del libro “Sesso, sé e società. Per una sociologia della sessualità di Cirus Rinaldi (edizioni Mondadori), docente di sociologia all’Università di Palermo, in dialogo con Urban Nothdurfter ricercatore all’università di Bolzano e Arianna Miriam Fiumefreddo responsabile della Rete LGBT del Trentino-Südtirol.

L’incontro è occasione per porsi domande sui significati che la sessualità e il sesso assumono nella nostra società, nonché provare a rispondere a domande di estrema attualità come la questione “dell’ideologia gender” e di come cambia (ed è cambiata) la nostra percezione della sessualità nel tempo delle unioni civili tra persone dello stesso sesso.

Cirus Rinaldi nello scrivere il testo si è posto (e pone) alcune domande Siamo tutti esseri sessuali? La nostra sessualità si fonda davvero in modo esclusivo su basi biologiche? Come, dove e perché spogliarsi, denudarsi, eccitarsi, urinare in pubblico o farsi massaggiare possono essere interpretati come atti sessuali? Domande che allargano lo spazio di significato della sessualità, che esce dalle camere da letto (e non solo) e si estende ai rapporti di potere nella società.

«Sesso sé e società» è un invito a esplorare gli universi simbolici della sessualità, a rileggere senza pregiudizi il modo in cui le società immaginano, inventano, organizzano e strutturano i comportamenti sessuali.

———————————–

«Beim Sex geht es nie nur um den Sex»

Mit diesem Thema beschäftigt sich eine Buchvorstellung am Mittwoch, 26. Oktober ab 17.30 in der Buchhandlung Mardigras in der Andreas Hofer Straße 3 in Bozen.
Cirus Rinaldi, Soziologe an der Universität Palermo wird sein Buch „Sesso, sè e società. Per una sociologia della società“ (erschienen bei edizioni Mondadori) im Dialog mit Urban Nothdurfter (UNIBZ) und Arianna Miriam Fiumefreddo (Rete LGBT Trentino-Südtirol) vorstellen.

Die Buchvorstellung gibt Anlass um Fragen nach der Bedeutung von Sexualität und Sex in unserer Gesellschaft nachzugehen sowie aktuelle Debatten um eine „Gender-Ideologie“ und um die gesellschaftliche Wahrnehmung von Sexualitäten in Zeiten der Anerkennung gleichgeschlechtlicher Partnerschaften aufzugreifen.
Sind wir alle sexuelle Wesen? Wird unsere Sexualität wirklich nur durch biologische Grundlagen bestimmt? Wie, wo und warum können Akte des sich Entkleidens, Entblößens, Erregens, Massierens oder des Urinierens in der Öffentlichkeit als sexuelle Akte gedeutet werden?

Cirus Rinaldi geht in seinem Buch diesen Fragen nach und zeigt die erweiterte Bedeutung von Sexualität auf, die sich (nicht nur) über die Schlafzimmer hinaus bis in gesellschaftliche Machtverhältnisse hinein erstreckt.

Sex, Selbst und Gesellschaft, eine Einladung die symbolischen Universen der Sexualität zu erforschen sich vorurteilsfrei damit auseinanderzusetzen, wie Gesellschaften sexuelle Verhaltensweisen imaginieren, erfinden, organisieren und strukturieren.

 

«non è mai solo sesso» Cirus Rianadi #TRENTO

rinaldi-trento

Venerdì 28 ottobre, alla Bookique di Trento, sarà presentato il libro “Sesso, sé e società. Per una sociologia della sessualità” di Cirus Rinaldi (edito Mondadori). E’ l’occasione di un dialogo, tra Cirus e i partecipanti sulle significazioni sociali della sessualità.

 

Venerdì 28/10/2016 ore 19-21

Bookique di Trento

«non è mai solo sesso» presentazione in dialogo di “Sesso, sé e società” di Cirus Rinaldi

Info: FB event https://www.facebook.com/events/1124667440950492/

 

2 volte famiglia, 2 volte comunità

14440840_665417753634462_3998513960815478970_n

In occasione della settimana dell’accoglienza “Dai frammenti alla comunità” organizzata dal CNCA del Trentino Alto Adige, l’Associazione AMA e la Rete ELGBTQI* del Trentino Alto adige, invitano la cittadinanza all’evento di incontro e dialogo

2 volte famiglia, 2 volte comunità

il 4/10/16 alle ore 20.30

presso l’Auditorium della Circoscrizione S.Giuseppe/S.Chiara

in via Giusti 35 a Trento

«A partire dalla proiezione parziale del documentario “2 volte genitori” dell’Associazione Agedo Nazionale, una serata di dialogo sul tema dell’inclusione e accoglienza nella comunità familiare d’origine fino a interrogarci sulla capacità di accoglienza della comunità più allargata, tenendo conto della nuove prospettive di famiglia che arrivano dalla recente legge sulle unioni civili.
Interverranno tra gli altri la responsabile dello Sportello LGBTI/Q del Trentino, la facilitatrice e alcuni partecipanti al Gruppo Rainbow Trento(gruppo di incontro aperto a genitori di figli/e omosessuali e trans, genitori omosessuali e figli/e) con la loro esperienza e testimonianza.»

Somewhere the rainbow. migrare con un’identità LGBT

somewhere the rainbow

ATTENZIONE. L’incontro del 28/05 è presso l’aula 11 del Dipartimento di Sociologia (via Verdi 26) a Trento.

ISCRIZIONE QUI

La formazione ha la finalità di sensibilizzare e formare alle tematiche relative alle persone migranti con una identità LGBT. La formazione vuole essere occasione per creare rete tra le organizzazioni che si occupano di persone migranti e organizzazioni che si occupano di inclusione e diritti per le persone LGBT.

Obiettivo concreto che si desidera raggiungere è quello di creare un gruppo di persone provenienti da diversi ambiti ed esperienze (associazioni lgbt, associazioni che lavorano con le tematiche di genere, associazioni per i diritti dei migranti, associ di migranti) che possano formare nel Triveneto (Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Veneto) uno sportello di primo ascolto che si occupi di informare e accogliere migranti che si identifichino o vivano esperienze di vita LGBT.

La formazione e il potenziale sviluppo dello sportello avverranno grazie all’aiuto di MigraBO LGBT (realtà che dal 2012 lavora in Emilia Romagna sulle migrazioni lgbt), Associazione Te@ (associazione che dal 2012 lavora nel territorio del Trentino sui temi riguardanti l’educazione al genere e l’intergenerazionalità) e Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige.

ISCRIZIONE QUI

PROGRAMMA

14 maggio 9.00 – 13.00 (4h)

Presso il Centro per la Formazione alla Solidarietà Internazionale | Vicolo San Marco, 1 | 38122 Trento, Italy

  • Introduzione alle migrazioni lgbt. Approcci interculturali e possibili problemi.

Jonathan Mastellari (MigraBo lgbt)

  • L’interculturalità nel mondo lgbt. Focus su Cuba e sui richiedenti lgtb provenienti da questo paese.

Massimiliano Carta (Ricercatore Università di Bologna e MigraBO LGBT)

28 maggio 9.30 – 12.30 (4h)

Aula 11 del Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale dell’Università degli Studi di Trento

  • La situazione delle persone migranti in Trentino Alto Adige.

L’esperienza di ATAS Trentino

  • Laboratorio per le buone pratiche.

Jonathan Mastellari (MigraBo lgbt)

ISCRIZIONE QUI

 

TDoR 2015

Tdor2015_uff

TDoR 2015

Contrasto alle violenze contro le persone trans*

Le persone transgender, in trentino come nel resto d’Italia, sono anch’esse vittime di violenza di genere. Di questo si parlerà a Sociologia il prossimo 20 novembre, dalle 16.30 – in occasione del Transgender Day of Remembrance (TDoR), ricorrenza della comunità LGBT per commemorare le vittime dell’odio e del pregiudizio anti-transgender (transfobia). Questo evento è preceduto, il 19 novembre alle ore 20,00 presso la sala circoscrizionale di via Perini, dalla proiezione del film-documentario “Una nobile Rivoluzione” che racconta la biografia di Marcella di Folco fondatrice del Movimento Identità Transessuale (MIT), scomparsa nel 2010, che ha contribuito all’avanzamento dei diritti delle persone transegender in Italia. La cittadinanza è invitata, tutte le informazioni su http://www.retelgbt.taa.it.

A proporre l’iniziativa è la Rete ELGBTQI* del Trentino Alto Adige-Südtirol, associazione di secondo livello di cui fanno parte 12 associazioni e che ha come finalità di promuovere l’inclusione sociale delle persone omosessuali e transgender. L’evento ha ottenuto il patrocinio della Provincia Autonoma di Trento con l’Assessorato alle Pari Opportunaità, il patrocinio del Comune di Trento – che, ricordiamo ha aderito alla rete RE.A.DY (Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere), l’adesione della Commissione Provinciale per le Pari Opportunità tra donna e uomo e l’adesione del Centro Studio Interdisciplinare di Genere dell’Università di Trento.

Il 20 novembre il programma dell’evento prevede l’intervento del prof. Cirus Rinaldi, sociologo e docente presso l’Università degli Studi di Palermo, che si occupa di violenze di genere contro le persone gay, lesbiche e trans. Segue la presentazione di due studi locali, il primo presentato da Alessandra Senettin, operatrice dell’unità di strada dell’associazione LILA del Trentino, dedicato alle persone transgender sex-worker, il secondo presentato da Federica Livio, laureanda magistrale in sociologia con una tesi dedicata alle problematiche della transizione di genere mentre si è sul posto di lavoro, segue la presentazione di Elisa Bellé, ricercatrice del Centro Studi Interdisciplinare di Genere dell’Università di Trento, che fa il punto sulla situazione del “doppio libretto” per le persone transgender negli atenei italiani, e infine Arianna Miriam Fiumefreddo, responsabile della Rete ELGBTQI* del trentino, che descrive le problematiche delle persone trans trentine.

Due eventi, la presentazione del film-documentario su Marcella di Folco e il convegno sul violenza di genere contro le persone trans*, che voglio aprire il dibattito sulla questione transgender in Italia e in trentino, dove risultano ancora carenti le azioni per tutelare la salute delle persone transgender e di sostenere la loro inclusione sociale.

 

testataNR-copia

A3 TDor 2015

Comunicato Stampa TDoR2015

 

Materiali presentati durante il seminario:

Sexworkerintransizione

Transizioni di genere al lavoro

http://prezi.com/kijeruwdudnq/?utm_campaign=share&utm_medium=copy